(4 / 5)
Con questa recensione vi comunico delle notizie che mi hanno reso contenta oltre ogni misura:
1. Hanno intenzione di trasformare questa serie in una serie tv e ho sentimenti contrastanti riguardo a questo da una parte sono impaziente di vedere i personaggi che amo prendere forma e dall’altra ho paura che la serie tv non sia fedele ai libri (come, per esempio, la serie tv di Shadowhunters che mi ha delusa).
2. Secondo me la più importante notizia di tutte
Dopo anni dall’uscita di “Ignite me” il terzo volume della serie, che si pensava fosse l’ultimo, Tahereh Mafi ha deciso di regalarci altri tre volumi partendo con “Restore me” che è uscito (in lingua originale) il 6 Marzo 2018.

SPOILER ALERT!

Questo è il secondo libro della serie quindi ti coniglio di non leggere questa recensione se non hai letto il primo libro “Shatter me” (la cui recensione potete trovare qui ). ENJOY!

UNRAVEL ME

Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2016
Pagine: 540
Shatter me ci ha lascito con Juliette e Adam che sono riusciti a scappare da Warner e, insieme a James e Kenji, ad arrivare al Punto Omega, che si scopre essere un organizzazione ribelle formata per lo più da persone con super poteri. Qui Juiliette (nelle ultime pagine di Shatter me) inizia a sentirsi la benvenuta.
Purtroppo però le persone che abitano il Punto Omega vengono a conoscenza del suo potere (che la porta letteralmente aduccidere tutti coloro che tocca)  e di alcuni suoi “precedenti”, iniziano così a guardarla con sospetto e le madri cercano di tenere lontano i propri bambini da lei.
“Unravel me” è la svolta per lei.
Inizierà ad accettare il suo potere e a controllarlo scoprendo che è molto più  forte di quello che pensava. Le persone hanno davvero torto ad avere paura di lei? Juliette rappresenta realmente un pericolo per chi le sta accanto?
La scoperta della sua reale pericolosità destabilizza la ragazza che cerca di allontanarsi da Adam per proteggerlo. (Classico).
Juliette inoltre scopre che Adam non è l’unico a poter sopravvivere al suo tocco.
Quest’ abilità, infatti è posseduta anche  da Warner, il cui ricordo tormenta la ragazza.

Ricordate che Warner aveva preso a Juliette il suo taccuino/diario? Bene.

C’è una scena dove lui a tratti leggendo a tratti citando a memoria ne legge una pagina.

(…) <<Mi fermo. Resto immobile. Chiudo gli occhi e cerco di ricordare il mondo al di là di queste mura. Mi chiedo come sarebbe sapere che non sto sognando, che questa esistenza isolata non è imprigionata nella mia mente>>
<<E me lo chiedo>> < sì, me lo chiedo, ci penso sempre. A come sarebbe uccidermi, perchè sinceramente non lo so mai, ancora non so quel’è la differenza, non sono mai sicura se sono viva o meno. Così me ne sto seduta qui. Me ne sto seduta qui ogni giorno>>.
(…) << Corri, mi sono detta.>> Warner ha ripreso il mio diario
(…) << Corri, mi sono detta. Corri finchè non ti collassano i polmoni, finchè il vento non frusterà i tuoi vestiti laceri, finchè non sarai altro che una macchia indistinta sullo sfondo.>>.
<< Corri, Juliette, corri più veloce, corri finchè gli stinchi non ti si spezzano, finchè i muscoli non ti si atrofizzano e il cuore non ti cede, perchè è sempre troppo grande per starti nel petto e batte troppo velocemente per troppo tempo, e corri>>
<< Corri, corri, corri, finchè non ti senti più i piedi. Corri finchè non abbassano i pugni e le loro grida non si dissolvono nell’aria. Corri con gli occhi aperti e la bocca chiusa, e argina il fiume impetuoso che hai dietro gli occhi. Corri, Juliette.>>
<< Corri fino a quando non sarai morta>>
<< Assicurati che il tuo cuore smetta di battere prima che ti raggiungano. Prima che ti tocchino>>.
<< Corri, ho detto>>.
Questa scena mi ha scossa e mi ha fatto desiderare di avere una copia di quel diario.
Tornando a Warner, lui si rivela essere  un personaggio chiave in questo libro, e sono sicura che inizierete  ad amarlo, sopratutto dopo aver letto “Destroy me”.

DESTROY ME

That this girl would know exactly how to shatter me.
Purtroppo inedita in Italia “Destroy me” è una novella raccontata dal punto di vista di Warner che inizia dalla fine di “Shatter me” e finisce con l’inizio di “Unravel me”.
Qui vediamo Warner sotto un’altra luce. Conosceremo suo padre e alcune scopriremo di più a riguardo del suo passato.
Durante la sua disperata ricerca di Juliette otterrà, come detto,il diario di lei, e ciò che ho amato particolarmente in lui è stata la sua reazione a ciò che il diario contiene.
Il testo è in inglese, ma se conoscete la lingua ve lo consiglio caldamente.