(4 / 5)
Titolo opera: Tutino e l’albero
Età consigliata:  dai 3 anni
Autore/Illustratore: Lorenzo Clerici ,‎ Silvia Borando,‎ Chiara Vignocchi 
Editore: Minibombo
Anno di pubblicazione:  2014
Copertina rigida, 32 pag.
Prezzo: 8,00 – 9,00€
Pro:  chiaro nelle illustrazioni
Contro: potrebbe essere più coinvolgente

 

DUE PAROLE SULLA TRAMA

In questo caso più che di una vera e propria trama sarebbe legittimo parlare di “situazione”.

Vado a introdurlo per chi non lo conosce: Tutino è un simpatico esserino che ha come caratteristica principale proprio quella di indossare una tuta che varia da un libro all’altro e rappresenta ogni volta un animale differente.

Il nostro piccolo eroe si trova di fronte ad ambientazioni e “problemi” diversi che ogni volta deve “riolvere”.

Gli ambienti e le situazioni che si vanno a creare sono quelle tipiche della vita di un bambino molto piccolo, che quindi può facilmente decifrare il contenuto del libro.

In questo caso Tutino si trova di fronte ad un albero. A cosa serve? Si può abbracciare? Che sapore ha? Ci vive qualcuno/qualcosa, sopra sotto o dentro?

Tutte domande che all’orecchio adulto suonano scontate, ma che per un bambino dagli 1 ai 3 anni sono più che legittime e fonte di vera curiosità.

AVVENUTRE ADATTE AL NIDO

I libri di Tutino seguono un pattern ripetitivo e confortante: viene individuato un tema: in questo caso l’albero, e quel tema viene “affrontato” da più punti di vista, seppur in maniera basilare, per rispondere a dubbi e curiosità del bambino.

Premetto che per quanto riguarda i libri per bambini estremamente piccoli sono una fan dei libri attività: prima quelli tattili e “da giocare” di stoffa e cartonati, poi quelli che “coinvolgono” il bambino chiedendogli di portare a termine delle piccole azioni mentre le storie vere e proprie come quelle di Tutino non mi esaltano particolarmente a meno che non abbiano dei risvolti particolari. (Il cosiddetto “colpo di scena”)-

I libri gioco hanno notevoli vantaggi perché oltre ad essere particolarmente divertenti sia per l’adulto, che per il bambino (il quale si vede parte attiva e integrante della storia e del suo svolgimento) stimolano la fantasia e in generale portano il bambino piccolo ad una maggiore concentrazione rispetto ai libri che prevedono solo figura e testo.

Come del resto è naturale, dal momento che per fare qualcosa è necessaria molta più concentrazione che per ascoltare qualcosa.

Ora, non tutti i libri devono avere una parte attiva, ma Tutino in particolare potrebbe si presterebbe bene a qualcosa di simile. I libri “attivi” poi sono una delle peculiarità della casa editrice Minibombo, e forse anche per questo suo “distinguersi” Tutino non riesce a piacermi completamente.

IL LIBRO PIACE AI BAMBINI

Considerato tutto però bisogna dire che le figure sono chiare, i testi brevi e coincisi, le situazioni piacciono ai bambini.

Ciò nonostante vi sono dei punti in cui (soprattutto se il bambino è molto piccoli) l’attenzione si perde e leggendo ho avuto come l’impressione che questo si sarebbe potuto facilmente se il libro avesse avuto dei tratti “più partecipativi”.

A volte addirittura li inserivo autonomamente, chiedendo ai piccoli, ad esempio, di trovare alcune figure o imitando rumori particolari e chiedendo il loro aiuto.

A parte questi sporadici momenti in cui sentivo di dover “catalizzare l’attenzione sul libro” devo dire che questa, ma in generale tutte le avventure di Tutino, sono un’ottima scelta per la fascia d’età che va dagli uno ai tre anni.

Il bambino in tuta è sempre diverso, ma allo stesso tempo sempre riconoscibile, e questo fa sì che il piccolo, già dalla copertina, lo riconosca e sappia bene cosa aspettarsi dal libro.

La lunghezza dei testi e i temi sono appropriati ai più piccoli, lo stile grafico pulito ed essenziale, volutamente semplificato, e i personaggi, innanzitutto il protagonista, ma anche gli animali che talvolta fanno la loro comparsa, hanno un aspetto dolce e gradevole.

In generale devo dire che per il Nido ho apprezzato, in tempi recenti, quasi tutti i titoli della Casa Editrice Minibombo.

LO CONSIGLIEREI?

Sì.

E’ perfetto? No.

Ma ai bimbi piace tantissimo  e questo è ciò che conta: lo riconoscono e dà loro un senso di continuità durante le letture, per cui quando posso ho sempre una delle sue avventure nello zaino.

Altre avventure di Tutino:

  • Tutino ha un po’ di fame
  • Tutino e il vento
  • Tutino non ha sonno
  • Tutino e la pozzanghera