(4 / 5)
ALCUNE INFORMAZIONI
Titolo opera: L’incredibile bimbo Mangialibri
Età consigliata: 5-8 anni
Autore: Oliver Jeffers
Editore: Zoolibri
Anno di pubblicazione: 2015
Copertina rigida, rilegato, 40 pag. ma è disponibile anche POP UP
Fascia di prezzo: 16,00€
Pro: pieno di umorismo (come sempre per Jeffers)
Contro: font cambiato più volte all’interno del testo

 

jeffers è sempre jeffers

Iniziamo la recensione di oggi (un parolone per le mie considerazioni spicce XD) chiarendo innanzitutto una cosa: io amo Jeffers come autore fin dal giorno in cui per la prima volta mi sono imbattuta in un suo lavoro. La mia iniziazione è stata per mezzo di V. che è una mia collega del Servizio Civile, e ormai un’amica.

Un giorno, mentre stavamo frugando come al solito la sezione “Nati per Leggere” della biblioteca  lei mette fra le mie mani “Quest’alce è mio” e da allora è stato amore a prima vista. Sì, perché siamo sinceri, come non amare un libro che inizia così?

Alfredo possedeva un alce.

Semplice, diretto, in pieno stile Jeffers.

L’incredibile bimbo mangia libri non è da meno: diretto, relativamente breve e pieno di umorismo.

due parole sulla trama

Beh una cosa l’abbiamo già stabilita: “Alfredo possedeva un’alce” e da lì? Conoscendo l’autore le cose potrebbero evolversi in ogni direzione possibile, e infatti ad Alfredo non mancheranno le sorprese per quanto riguarda “il suo alce”. Un libro particolarmente simpatico che vuole insegnare ai bambini che, in fondo, l’uomo non è mai realmente padrone della natura e un alce è sempre un alce…anche se gli dai un nome improbabile come “Marcello”.

considerazioni personali

Personalmente io adoro il bambino mangia libri 😉 come tutti i libri di Jeffers e gli darei 5 solide stelle, cosa che non ho fatto solo per le reazioni dei bambini che, almeno per le letture effettuate finora, sembrano apprezzarlo mediamente ( e comunque meno di me). Non che qualcuno abbia mai detto apertamente “questo libro non mi piace”, ma al momento del voto, le manine ad alzarsi erano poche. All’inizio ho fatto fatica a farmene una ragione, ma poi ho pensato che effettivamente, per quanto riguarda questo titolo, una ragione potrebbe risiedere proprio nelle immagini che a me piacciono tanto.

Lo stile è simile allo scrap-book con giustapposizioni di pagine a righe, e a quadretti, come se il libro in sé fosse il prodotto di tante parti diverse incollate fra loro.

Poi ci sono le parole,  e i molti font diversi, e le illustrazioni ricche di freccette e caratteri, e le  postille e gli schemi, tutti certo a portata di bambino, ma solo da una certa età in avanti. In effetti nonostante l’età consigliata per questo titolo online sia generalmente dai 3 anni in su io direi che esso si presta di più alla lettura da parte di bambini un po’ più grandi. (Circa dai 6 in su). In generale lo consiglierei per le elementari. 

In particolare l’uso di diversi font è sì artistico e di effetto, ma rende la lettura vagamente confusionaria, soprattutto se il libro è rivolto verso l’esterno tanto che a in determinati punti del libro non riuscivo a distinguere immediatamente fra font usati in modo decorativo e l’effettivo testo che avrei dovuto leggere.

Comunque consiglio vivamente questo libro (dai 6 anni in su) e ci tengo a ribadire che le difficoltà che ho avuto io sono dovute unicamente al mio stile di lettura e al fatto che generalmente preferisco impaginazioni più “pulite” con il testo separato dall’immagine in modo chiaro.

Per altri potrebbe non essere così, la lettura infatti è una questione di gusti!

Bambini presenti alla lettura: 12 Voti a favore: 1